salvia erba sacra alleata
Erbe, Spezie e Infusi

La Salvia, erba sacra e preziosa alleata

In questo articolo, vorremmo parlarvi della Salvia, erba sacra e da sempre preziosa alleata.

Il gelo dell’inverno lentamente si ritira ed un timido fermento da sotto il suo manto inizia a sussurrare.

Ci troviamo in uno dei periodi più magici e suggestivi dell’anno, l’inizio della primavera! La primavera apre le porte a colori sgargianti che danzano al ritmo limpido dettato dalla natura.

Nel bosco, oppure nei piccoli e grandi giardini delle piazze, nelle nostre case, si possono scorgere i primi segnali di una natura lenta ma perseverante che, ancora una volta, ci omaggia con la sua maestosità.

Al giorno d’oggi, per molti, la frenesia della vita quotidiana, ha rappresentato un taglio netto dal contatto con i ritmi della natura e, soprattutto, dal concetto che questa nostra madre, possa operare nell’interesse dei suoi figli.

Eh già, la natura dispone d’infiniti strumenti che, se rispettati, possono mettere a disposizione la loro forza per il nostro benessere!

In particolar modo, noi due adoriamo esplorare nuove frontiere che ci consentono di ampliare il nostro raggio di conoscenza. Cerchiamo di usare ciò che la natura mette a nostra disposizione nel totale rispetto dei suoi tempi e delle sue richieste.

LA SALVIA, Erba sacra e preziosa alleata: La Storia

La Salvia infatti, da sempre, per moltissime civiltà antiche costituisce un elemento essenziale, imprescindibile.

Per gli antichi egizi, ad esempio, le foglie di questo arbusto erano caratterizzate dalla capacità di favorire la fertilità. Dai greci, invece, la Salvia fu ampiamente utilizzata per bloccare piccole emorragie e disinfettare ferite, ulcere, piaghe, morsi di serpente… Per i romani era un’erba sacra, e di fatto, la parola salvia deriva dal verbo latino “salvere”, letteralmente “star bene”.

Questo piccolo ma tenace arbusto, ha saputo farsi spazio tra le medicine tradizionali indiane quali “Ayurveda, Siddha, Unani”.

Da sempre, per le culture andine dello sciamanesimo, la Salvia viene impiegata nella preparazione di fasci di foglie secche da bruciare per purificare l’ambiente.

Siamo soliti nutrire un rispetto incondizionato per ogni genere di fede o credenza, ma quello che sappiamo per certo è che a noi, è capitato spesso di trovarci in svariate circostanze e di avvertire una sensazione positiva oppure negativa in base al contesto. A voi? In ogni modo, bruciare della Salvia potrebbe risultare un ottimo sistema di pulizia dell’ambiente per via delle proprietà antibatteriche della pianta, anche se oggi si utilizzano strumenti più moderni per farlo senza bruciare direttamente le foglie.

 

 LA SCIENZA

Secondo la “Commission E”, un gruppo scientifico tedesco che studia e regola la medicina erboristica, la Salvia possiede proprietà antibatteriche, antifungine, antivirali e astringenti se ingerita.

Un altro studio sempre condotto dal medesimo gruppo scientifico, ha dimostrato come i pazienti con la presenza di herpes facciale, orale e genitale, vedessero una notevolissima riduzione degli episodi in cui questi si manifestavano. Tra l’altro, come la gravità di tali episodi si riducessero drasticamente. Questi ed altri sono i numerosi motivi per cui la salvia è stata considerata erba sacra da quasi tutti i popoli ed è anche una preziosa alleata.

 

GLI STUDI IN CORSO

Questo arbusto, sembra promettere un grande passo avanti nella cura e nella prevenzione del morbo di Alzheimer. La Salvia è un inibitore dell’Acetilcolinesterase, un neurotrasmettitore tra i responsabili della progressione del suddetto morbo.

LA COLTIVAZIONE

Questo tipo di pianta ama il terriccio secco e ben drenato, ed il sole diretto. Una volta che si sarà stabilizzata, la vostra pianta resisterà bene al freddo, ma per raggiungere questo stato, vi consigliamo vivamente di coprirla durante il primo inverno. La vostra Salvia fiorirà con stupendi fiori violacei da Giugno ad Agosto. Detesta i terreni troppo umidi e quelli troppo acidi.

Se preferite, potrete nutrirla con un prodotto biologico per piante aromatiche per rinforzarla e rinvigorirla ulteriormente.

LA NOSTRA ESPERIENZA

Ebbene sì, nel nostro piccolo giardino, uno spazio tutto suo è stato riservato anche a questa magnifica pianta.

La cosa che più ci ha sorpresi, in verità, è stato il fatto che questa continuasse a crescere anche durante i mesi invernali più duri, regalandoci enormi foglie profumatissime da utilizzare tutto l’anno, sia per arricchire i nostri piatti, che nell’impiego per alcuni cosmetici naturali fabbricati tra le mura di casa.

Nella nostra routine siamo soliti servirci della Salvia per produrre cosmetici naturali quali crema corpo, pasta dentale per lo sbiancamento, deodoranti, infusi, bagni rilassanti…

Una sola pianta, infiniti prodotti… entusiasmante!

Nel nostro caso, preferiamo utilizzare le foglie fresche dal nostro giardino. Questo è possibile per chi ne coltiva almeno una pianta nel proprio giardino o in un apposito vaso. Non serve molto spazio, saranno sufficienti l’acquisto dei semi di Salvia, qualche piccolo accorgimento ed ecco la tua pianta di Salvia!

Per chi non dispone delle possibilità di coltivare la propria pianta di Salvia, consigliamo di utilizzare questo olio essenziale di Salvia, il quale si presta comunque ad infinite possibilità per creare da te ciò che ti occorre.

Le proprietà di questo olio essenziale di salvia sclarea sono rilassanti, espettoranti, antinfiammatorie, deodoranti e non solo.

In alcuni casi si rivela utile anche il suo utilizzo tramite un diffusore di essenze, una tecnologia più avanzata che consente di sprigionare nell’ambiente l’essenza della Salvia, la quale può essere anche abbinata ad altre essenze per svariate esigenze.

Per scoprire le proprietà di altri oli essenziali, leggi il nostro articolo: “I 10 oli essenziali perfetti per ridurre l’ansia”!

 

 USI E PREPARAZIONI

Le foglie di Salvia si prestano per svariate tipologie di prodotti. Dagli infusi per i gonfiori di bocca e gola, all’uso topico per emorroidi. Dall’accumulo di liquidi nella zona addominale, alle funzioni antipiretiche. Ancora, dalla presenza di sangue nelle urine, al contrastare spossamento ed esaurimento nervoso. Dagli effetti positivi sulla memoria, al rinforzo del nostro sistema immunitario. Agisce persino sulla caduta dei capelli!

Nel corso di questa esperienza, sul nostro blog, non mancherà l’occasione di mostrarti altre preparazioni a base di questa meravigliosa pianta.

Nel frattempo eccoti un consiglio per poterla impiegare da subito a tuo vantaggio.

Puoi immergere una quantità di foglie a tuo piacimento nell’olio extra vergine d’oliva, questo consentirà al tuo olio di acquisire non solo le proprietà benefiche della Salvia, ma anche di assumerne l’aroma caratteristico che lo contraddistingue per aromatizzare zuppe, verdure, torte salate, e se preferisci, anche delle carni.

Salvi Erba Sacra Preziosa Alleata

Se avrai acquistato i semi di Salvia che ti abbiamo consigliato prima, ti suggeriamo di non piantarli tutti, ma di tenerti una manciata da parte.

Metti in ammollo una manciata di questi semi in acqua a temperatura ambiente, le proporzioni non sono fondamentali, ma ti consigliamo di non esagerare con l’acqua. I semi di Salvia, come tanti altri tipi di semi, d’altronde, a contatto con l’acqua svilupperanno una mucillagine, un gel, normali costituenti cellulari viscosi ma non appiccicosi.

Quando avrai il tuo gel di semi di Salvia, allora potrai spalmarlo sul cuoio capelluto massaggiando con delicatezza. La mucillagine andrà a nutrire la pelle della testa rinforzando e nutrendo il capello per prevenirne la caduta.

Puoi anche usare la Salvia per ottenere una fantastica crema corpo, clicca qui per leggere la nostra ricetta.

 

CONTROINDICAZIONI

Una delle tante curiosità di questa pianta, è che persino i suoi fiori si possono impiegare. Sono perfetti nelle preparazioni di infusi e tisane, ma occorre prestare attenzione, poiché prima che questi siano essiccati, possono risultare tossici se l’uso sarà sconsiderato.

L’olio essenziale di Salvia non va ingerito ed è neurotossico quando impiegato sulla pelle senza essere diluito in altre sostanze per periodi prolungati.

 

Una visione che sgorga da approfondimenti e corsi nell’ambito del benessere, della trasformazione, della crescita individuale e collettiva. Discipline Olistiche, Psicologia, Psicosomatica, Yoga, Letture e molto altro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *