ruta erba caccia spiriti
Uncategorized

Ruta: “L’erba caccia spiriti per eccellenza”

la Ruta, definita anche  come “l’erba caccia spiriti per eccellenza”, è una di quelle erbe che Martìn ricorda fin da bambino per l’impiego nell’ambito della curanderia.

La curanderia, è un’antica disciplina terapeutica praticata nei popoli latinoamericani per trattare i malanni di anima e corpo, una versione moderna dello scimanesimo.

Martìn, conserva alcuni ricordi in cui in caso di coliche, o di stress a cui i neonati sono sottoposti per il fatto di passare di braccio in braccio.

L’erba caccia spiriti,era la soluzione più frequente a tutti questi ed altri problemi!

Ma di cosa si tratta esattamente quest’erba e, soprattutto, di dov’è originaria?

Vogliamo aprire un capitolo anche su di lei, un’erba che per l’appellativo attribuitole di certo non poteva passare inosservata!

Resta con noi su questo articolo, affronteremo passo dopo passo la storia della Ruta, le sue proprietà, gli usi e la mitologia.

Nell’articolo trovi i link di “PubMed” :

PubMed è una banca dati biomedica accessibile gratuitamente on line, sviluppata dal National Center for Biotechnology Information (NCBI) presso la National Library of Medicine (NLM).

Non dimenticare di lasciare il tuo pollice in su e di condividere sulla tua pagina questo articolo, grazie!

Pronti? Partiamo!

L’ERBA CACCIA SPIRITI PER ECCELLENZA – ORIGINI

La Ruta, l’erba caccia spiriti per eccellenza, è una pianta erbacea perenne appartenente alla famiglia delle Rutacee, originaria dell’Europa meridionale, ma diffusa anche in Cina e India.

Il fusto, legnoso solo alla base, può raggiungere persino il metro di altezza, anche se la maggior parte di loro tende a fermarsi ai 70 cm.

L’erba caccia spiriti, cresce spontaneamente in molte regioni italiane, dalle zone pianeggianti situate a livello del mare fino ad un massimo di circa mille metri di altitudine. ruta caccia spiriti

Alla tenace signora in questione, piace prendere in sole, anche per gran parte della giornata e si propaga per seme o talea.

La Ruta, cresce benissimo in terreni aridi, ben drenati senza ristagni d’acqua.

Per l’annaffiatura, sarà sufficiente servirsi dell’acqua piovana, ma in caso di lunghi periodi di siccità, se non vuoi essere denunciato dai vicini per danze e rituali della pioggia, potrai darle l’acqua manualmente.

Il portamento della Ruta, l’erba caccia spiriti, è di tipo cespuglioso, con molti fusti di colore azzurro e verde.

La Ruta Graveolens, è una pianta aromatica e officinale, per lo più oggi coltivata a scopo ornamentale in molti dei nostri giardini.

Le foglie che ricoprono i rami, sono piccole, ovali e carnose che presentano dei margini lobati dal colore verde e bianco.

L’erba caccia spiriti, fiorisce in piena Estate regalandoci piccoli fiorini di colore giallo a 4 petali, situati sull’apice dei fusti a forma di grappolo.

PROPRIETÀ

La Ruta, l’erba caccia spiriti per eccellenza, (poi spiegheremo perché questo appellativo), viene da sempre utilizzata per curare il mal di denti tra le popolazioni dell curanderia andina.

In effetti, anche “PubMed” ha riportato uno studio condotto in merito per le proprietà “anti-carie” dell’estratto della Ruta Graveolens.

Il che fa di lei, un potente rimedio antibatterico per la cura dei denti e la prevenzione delle carie.

Fai click QUI per vedere tu stesso l’articolo.

Un altro studio condotto in merito, sempre riportato da “PubMed”, ha dimostrato come la Ruta Graveolens, presenti effetti anti-neoplastici sull’ascite maligna correlata al sarcoma peritoneale.

QUI l’articolo.

Un altro curioso studio, sempre approvato da PubMed, accerta come il principio attivo della Ruta Graveolens abbia interagito positivamente nella ricerca per la produzione di un farmaco capace di contrastare le cellule tumorali A/375 da Melanoma.

Tale principio attivo, ha favorito l’induzione di autofagia ed apoptosi delle cellule cancerose.

Facendo click QUI puoi aprire anche tale articolo direttamente dalla pagina di PubMed.

L’estratto d’acqua di Ruta, l’erba caccia spiriti per eccellenza, si è dimostrata un’alleata in grado d’interferire contro “Angiogenesi patologica”.

Si tratta di un processo che comprende diversi passaggi come la proliferazione, la differenziazione e la migrazione delle cellule endoteliali per formare una rete vascolare.Tale funzione, coinvolge diverse vie di trasduzione del segnale  senza compromettere la vitalità cellulare.

Leggi QUI anche questo interessante articolo. La Ruta, spesso è anche ampiamente gettonata per le sue proprietà carminative, vermifughe e digestive.

Indovina? Anche in questo caso, l’attendibilissima banca dati biomedica “PubMed” conferma tali teorie.

A  te l’articolo facendo clcik QUI!

LA STORIA E GLI USI DEI CURANDEROS ANDINI

Fin dai tempi del Medioevo, la Ruta era soprannominata “Herba de fuga demonis” e non a caso, persino il buon Aristotele ne consigliò l’uso per cacciare streghe, spiriti maligni e cattive intenzioni.

Il suo nome, ha origini greche che stanno a significare “salvezza” e “liberazione”.ruta erba caccia spiriti per eccellenza

L’usanza anche nel nostro paese, di cucire una corona di fiori di Ruta, l’erba caccia spiriti per eccellenza da deporre sulle tombe, fu ispirata con ogni probabilità dalla disposizione dei fiori stessi.

Essi, ricordano molto facilmente la tipica croce cristiana.

Veniva utilizzata nei cimiteri per donare la pace alle anime che lasciavano in maniera inquieta il loro corpo fisico dovuta a flagelli, incidenti o malattie.

Sembra anche che gli antichi romani, usassero “sballarsi” con un vino aromatizzato alla Ruta.

Fu solo in seguito scartato per le proprietà anti erotiche attribuitogli.

Di fatto, i monaci tibetani, aggiungevano qualche foglia di Ruta alle insalate per allontanare la libido sessuale, distrazione da ciò che è essenziale.

I “curanderos”, ovvero i moderni sciamani dell’America latina, trattano con la Ruta, l’erba caccia spiriti per diversi motivi le più svariate problematiche.

La pianta, in effetti, risulta tra le piante più esoteriche in assoluto utilizzate da questi guaritori del corpo e dello spirito in tali zone del mondo.

Si dice, che la negatività retroceda immediatamente di fronte ad una pianta di Ruta, per questo motivo, è utilizzata per numerosi incantesimi, già che non esiste male che questa non possa sconfiggere.

Non a caso, ad Ulisse, venne donata una pianta di erba caccia spiriti, per difendersi dalle magie maligne della maga Circe.

L’erba caccia spiriti, concede importanti sollievi dai mali fisici, sempre per le innumerevoli doti esoteriche soprannaturali che possiede per i curanderos.

Anche questi, di fatto, preparano intrugli a base di Ruta per curare i loro visitatori dai disturbi della digestione originatisi da intestino irritabile.

Inoltre, promette un flusso mestruale regolare rispetto a problematiche ad esso correlate.

Le sue proprietà esoteriche per eccellenza, sono la protezione generale per la componente psichica, poiché capace di creare un’aura di positività nello spazio circostante di chi ne fa uso.

Attenua ed allontana la negatività, assorbe l’energia stanca delle abitazioni per generare energia nuova, sana e pulita tra i componenti del nucleo familiare.

L’attrazione positiva, dunque, sembra essere un’altra delle sue proprietà in grado di attirare le “persone giuste” nelle giuste circostanze.

Con la Ruta Graveolens, vi sono svariate preparazioni che si possono sperimentare in casa, acquistandole le foglie essiccate in erboristeria oppure coltivando una pianticella nel proprio giardino.

Per una tisana, saranno sufficienti 12 foglie ben lavate da far bollire e riposare per dieci minuti nell’acqua calda.

Un bagno energizzante, sarà possibile da realizzare con 25 foglie di Ruta e dieci di Salvia (fai click QUI per l’articolo sulle proprietà della Salvia).

Disponile dentro la vasca piena di acqua calda ed immergiti per almeno 20 minuti.

I benefici riguarderanno anche la tua pelle!

Le forme sotto le quali la Ruta si può trasformare sono svariate.

Le foglie essiccate per preparare un infuso di Ruta tonificante (dato il sapore estremamente amaro), sono state nominate qualche riga sopra. Cliccando su questo link, potete acquistarle. Noi ve le consigliamo, sono di altissima qualità.

Sono molto frequenti anche gli oli essenziali in corrente di vapore, gli oleoliti, per i quali lasciare in macerazione le sommità della pianta in olio di mandorle dolci, oppure olio di cocco. Cliccate qui per andare a vedere quale usiamo noi. Fantastico nel diffusore, per un bagno purificante o sulla pelle, sempre diluito con altri oli.

Ricordatevi che in questo caso è sconsigliato ingerirlo puro perché le sostanze contenute sono molto concentrate e potrebbero risultare tossiche. Mescolatene sempre una o due gocce in 100 ml di olio prima di assumerlo.

 

Le creme o le pomate, appunto, sono altre forme sotto le quali è possibile ritrovare la Ruta, l’erba caccia spiriti per eccellenza.

Esse, si prestano benissimo per il trattamento di contusioni o reumatismi tramite massaggio.

Anche l’Omeopatia, ha da sempre utilizzato la Ruta Graveolens per il trattamento di contusioni e reumatismi, ma anche per rendere più acuta la vista in caso di difficoltà.

 

 

Una visione che sgorga da approfondimenti e corsi nell’ambito del benessere, della trasformazione, della crescita individuale e collettiva. Discipline Olistiche, Psicologia, Psicosomatica, Yoga, Letture e molto altro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *