olivo tradizioni culture
Erbe, Spezie e Infusi

Olivo: 6000 anni di Tradizioni e Culture.

Attorno all’Olivo si raccolgono 6000 anni di storie, miti, tradizioni, culture e cucine.

Ci sembra doveroso, poiché ci avviciniamo alla Pasqua, dedicare un articolo ad una pianta simbolo di questa ricorrenza.

Le sue origini risalgono a tempi molto remoti, circa a 6000 anni addietro. L’Oriente, per la precisione l’Asia minore, è la sua terra natia.

Da sempre, l’Olivo, racchiude per tutte le civiltà del mondo, un’infinità di simbolismi e tradizioni.

 

L’OLIVO: TRADIZIONI E CULTURE

Questi straordinari alberi, si rinnovano dalle proprie radici come l’araba fenice risorge dalle proprie ceneri, riuscendo a germogliare persino quando chioma e tronco sono morti.

È quindi simbolo di rinascita, vita, forza vitale e benessere. Il suo olio è tutt’ora considerato “oro liquido”.

L’olivo era l’albero della vita per gli ebrei biblici, i greci, per i romani, i cristiani e i musulmani. Di questa pianta erano apprezzate e sfruttate tutte le parti.

Grazie all’Olivo infatti, abbondavano sulle tavole l’olio ad uso culinario e per alimentare le lampade. L’olio d’oliva, veniva anche impiegato per consacrare i re, i templi sacri e vari strumenti per i rituali.

I rami e le foglie venivano usati come decorazioni, corone e per la preparazione di decotti e infusi.

Il suo legno è ancora oggi apprezzato per le sue qualità in termini di durezza e resistenza alle intemperie. I colori e le sfumature ricordano delle fiamme maestose. Era usato per mobili casalinghi, ma soprattutto per le porte dei templi, famoso quello di Salomone. Lo stesso albero della croce era in legno di Olivo (e cedro).

Il simbolo dell’Olivo, si manifesta in tutte le sue sfumature che riportano alla speranza, alla prosperità, alla pace, alla tregua dai mali del mondo. Racconta di rinascita e trasformazione.

Per l’Ebraismo era l’albero della vita. Nella storia biblica della Genesi, una colomba, porta a Noè un ramoscello di Olivo. Noè riceve un ramoscello di Olivo al termine del diluvio universale, un buon auspicio di calma dopo il placarsi della collera di Dio, simbolo di riappacificazione tra il cielo e la terra.

Anche per la mitologia greca, l’Olivo non manca di storie, tradizioni e proprietà.

Atena, considerata la dea della Conoscenza, si batté con Poseidone, dio dei Mari e degli Oceani, per la supremazia come divinità assoluta sulla nascente capitale.

L’Olimpo, si riunì dunque in consiglio, e decise che la divinità pronta a fare il più bel regalo agli abitanti di questa città, avrebbe ottenuto la vittoria.

Poseidone, con un colpo di tridente, fece uscire dalla terra un possente cavallo.

Il popolo ne fu immediatamente meravigliato, ma attese curioso il dono di Atena.

Quest’ultima, fece spuntare dalla terra un ramo di Olivo ed illustrò al popolo gli innumerevoli benefici in esso contenuti.

Atena vinse la battaglia, e la città fiorente, fu battezzata con il suo nome, oggi: “Atene”.

olivo tradizioni culture

Anche Apollo, dio del Sole, della musica, della poesia e delle arti… è spesso rappresentato con una corona d’Olivo posata sul capo.

Nell’antica Grecia, le giovani spose erano coronate con un ramo d’Olivo in segno di fecondità e prosperità.

Gli antichi romani, intrecciavano ramoscelli d’Olivo per incoronare i cittadini onorari.

Secondo la tradizione, infatti, gli stessi Romolo e Remo, nacquero sotto una pianta d’Olivo. La premessa per eccellenza che segna l’inizio e la prosperità di tutta un’epoca.

Nella religione cristiana, l’Olivo assume un’importanza cruciale per la liturgia.

L’olio d’Oliva viene tutt’oggi utilizzato per battezzare i neonati, per l’Estrema Unzione e per la consacrazione dei nuovi sacerdoti.

Nella festa cristiana delle Palme, celebrata una settimana prima della Pasqua, l’Olivo rappresenta Cristo stesso che, con il suo sacrificio, diventa strumento di riconciliazione e di pace per l’umanità.

Nella tradizione Islamica l’olivo è un albero benedetto sette volte, portatore di luce e conoscenza.

Ecco quindi che l’Olivo, per tutte le tradizioni e le culture, ci apre la strada, verso la prosperità e la conoscenza. Ancora di più in questo momento, ci ricorda che solo morendo a noi stessi, lasciando andare pesi, paure ed inquietudini, possiamo germogliare nuovamente. Ci indica quindi il sentiero per la trasformazione e la sapienza.

In fondo a questo articolo troverai anche un brano che abbiamo pensato per te e racconta in musica questi concetti.

 

LA COLTIVAZIONE DELL’OLIVO

olivo tradizioni culture

L’Olivo, di cui il nome scientifico è “Olea europaea”, è una pianta “sempreverde” della famiglia delle “Oliaceae”

Esistono diverse specie di Olivi, in Italia ve ne sono circa 500 specie per la produzione di olio extravergine, il che, rende l’Italia, il principale leader mondiale nella sua produzione.

L’Olivo, per crescere bene, necessita di un clima per lo più mite e detesta gli sbalzi repentini di temperatura. Al di sotto dei -6C, la pianta è sottoposta ad uno stress eccessivo.

È molto comune vedere campi di olivi nelle zone marittime situate nell’Italia meridionale, ma alcune zone particolari del “bel paese”, si sono contraddistinte per le proprietà peculiari di questo prodotto, come ad esempio, l’olio di oliva del Garda.

Quest’albero sempreverde, adora i terreni ben drenati, rocciosi ed il calore del sole.  Guai ai ristagni idrici!

Per la messa a dimora di un albero d’Olivo, è necessario drenare in Autunno il terreno per piantarlo in Primavera. Una buca di circa 60 cm sarà più che sufficiente.  Il terreno ben drenato, consentirà alle tenere radici di giungere in profondità.

 

L’OLIVO: CARATTERISTICHE, PROPRIETA’ E USI OGGI

Come dicevamo tutte le parti di questa pianta si possono sfruttare. Il suo legno è tra i più pregiati e costosi ancora oggi. Vanta grandi qualità in termini estetici, ma anche e soprattutto in termini di resistenza e durezza.

Senz’altro, tutti conosciamo l’olio d’oliva per le più svariate proprietà benefiche a nostro vantaggio.

Quello che, a nostro avviso, alcuni conoscono meno, sono le proprietà delle foglie dell’Olivo. Rispetto alle tradizioni e culture che ci hanno preceduto questa parte dell’olivo oggi è forse meno conosciuta.

Le sue foglie fresche, sono utilizzate in decotti per problematiche correlate a colesterolo, glicemia, pressione arteriosa. Sono difatti ritenute diuretiche e vasodilatatrici.

Alcuni studi che hanno visto protagonisti un numero di pazienti ipertesi, a cui sono state somministrate capsule con estratto di foglie d’Olivo, hanno mostrato come si sia verificato un significativo abbassamento della pressione sanguigna.

Le foglie d’Olivo essiccate invece, si impiegano sempre nella preparazione di decotti, ma anche infusi, per problematiche inerenti a reumatismi o gotta.

Un’altra e sbalorditiva proprietà dell’Olivo, è la sua funzione antiossidante, la quale sembra aver dato, al momento solo nella sperimentazione animale, importanti benefici.

Nel caso di ratti diabetici, infatti, la somministrazione agli stessi di foglie d’Olivo, ha prodotto ottimi risultati per i danni ossidativi di reni e fegato. Questo in relazione, si presume, all’alto contenuto di Flavonoidi in esse contenuto.

Altre ricerche condotte in vitro, invece, hanno confermato le proprietà miorilassanti dell’olivo esercitate a livello della muscolatura liscia intestinale.

Sono diversi gli ambiti della medicina in cui quest’incredibile pianta trova impiego. Cliccando su questo link troverete una serie di articoli che riportano i risultati degli studi effettuati fino ad oggi.

 

LE PROPRIETA’ DELL’OLIO D’OLIVO

olivo tradizioni culture

Da nord a sud, da est ad ovest, in tutte le tradizioni e culture mondiali l’olivo è conosciuto per il suo olio. Tutti abbiamo, sicuramente, dell’olio d’oliva o extravergine d’oliva riposto nel mobiletto della nostra cucina.

Ma quali sono le differenze tra l’uno e l’altro?

Entrambi questi tipi di olio, basicamente, vengono estratti dalla prima spremitura delle olive.

La differenza sostanziale, risiede nella percentuale di acidità e nella qualità organolettica di entrambi.

L’olio della pianta, viene utilizzato anche nella medicina tradizionale per il trattamento di infiammazioni quali ulcere gastrointestinali, stitichezza, flatulenza e calcoli renali. Esternamente, la medicina popolare utilizza quest’olio nel trattamento di eczemi, psoriasi e scottature.

Innanzitutto, quest’olio è un grasso monoinsaturo composto in prevalenza da trigliceridi.

Gli acidi grassi presenti, sono l’acido oleico, linoleico ed il palmitico.

Questo vero e proprio alimento,  favorisce il processo costituente della Mielina per il cervello e la formazione delle ossa.

Uno studio condotto in Svezia, raccolto dallo “Svedish Cancer Registry”, ha dimostrato come, nel caso di tumori al seno, i grassi monoinsaturi svolgessero una funzione altamente protettiva. Lo studio è stato poi pubblicato su “Archives of Internal Medicine”.

Inoltre, l’olio d’oliva, è dotato di notevoli proprietà per la pelle in quanto ricco di vitamina E.

Qui trovate il link agli studi portati avanti fino ad ora e pubblicati in merito.

Ora ti chiediamo un piccolo favore.
Se trovi questo articolo interessante, dacci un segnale per capire se abbiamo intrapreso la strada giusta.
Visita la nostra pagina Facebook “Karunatara” e metti “mi piace”, commenta gli articoli e condividi sulla tua pagina. Inoltre puoi seguirci su Instagram.
Un piccolo gesto che a te non costa nulla, per noi è estremamente significativo!
Proseguiamo.

OLIO D’OLIVA E COSMESI

Anche nella cosmesi, l’olio d’olivo vanta un’ampia storia, tradizioni e proprietà in molte culture.

Dai fenici, infatti, questo strabiliante olio, fu definito come “l’oro liquido”.

Gli antichi egizi, utilizzavano l’olio d’oliva per pulire e lucidare la pelle, mentre i greci, lo impiegavano come olio da frizione durante le gare sportive.

Potremmo dire, che questo prezioso alimento, costituisce una valida alternativa ad “impatto ambientale ZERO” ed un ottimo sostituto, quindi, del classico olio di Argan.

Applicare sull’addome un po’ di quest’olio, durante la gravidanza, contribuisce nella prevenzione di fastidiose smagliature.

Sono infiniti i prodotti a base di “oro liquido” che possiamo trovare sul mercato.

Molto vasta è anche la complementarietà nella combinazione con altri elementi, a cui l’olio di oliva, si presta nella preparazione di ottime maschere per il viso, mani…

A tal proposito, puoi dare un’occhiata al nostro precedente articolo sulle proprietà della Salvia, clicca qui.

Un altro tipo di olio molto versatile, è l’olio di cocco, dai un’occhiata anche a questo articolo, clicca qui.

 

LA NOSTRA RICERCA DEI MIGLIORI PRODOTTI PER VOI

Cliccando su ogni prodotto verrai indirizzato immediatamente a quello scelto per te!!

SAPONE DI ALEPPO PER DOCCIA, BAGNO, MASCHERA

SAPONE DI ALEPPO LIQUIDO PER TUTTO IL CORPO

SAPONE BIOLOGICO DI CASTIGLIA PER VARI USI

CREMA BIOLOGICA CORPO E VISO

OLIO BELLEZZA BIOLOGICO PER VISO E CAPELLI

OLIO 100% BIOLOGICO ITALIANO EXTRAVERGINE

OLIVO IN FOGLIE PER INFUSO BIOLOGICO

I NOSTRI CONSIGLI PRATICI

L’olio di oliva, costituisce di per sé, un prodotto già pronto al consumo, sia come alimento, che impiegato nella cosmesi.

Ti vogliamo lasciare un suggerimento per una maschera facciale ringiovanente e purificante.

Ti servirà una buona argilla verde, ecco un link per acquistarne una se non la trovi in casa.

Mescola a due cucchiai di argilla verde in polvere, un cucchiaio di olio extra vergine d’oliva possibilmente biologico ed amalgama bene il tutto.

Una volta amalgamati accuratamente, aggiungi, una goccia di olio essenziale di Lavanda ed una goccia di olio essenziale di Rosa Damascena.

Qui il link per l’articolo su “i 10 oli essenziali perfetti per ridurre l’ansia” e quello sulla “Lavanda, storia, proprietà ed infiniti usi”.

Applica sul volto per una ventina di minuti evitando il contorno occhi, poiché gli oli essenziali potrebbero risultare irritanti.

Risciacqua con abbondante acqua tiepida e goditi la sensazione!

 

Una visione che sgorga da approfondimenti e corsi nell’ambito del benessere, della trasformazione, della crescita individuale e collettiva. Discipline Olistiche, Psicologia, Psicosomatica, Yoga, Letture e molto altro.

Leave a Reply

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *