menta piperita articolo blog
Erbe, Spezie e Infusi

Menta piperita: L’erba dell’ospitalità

Signore e signori, è con sommo piacere che oggi vi presentiamo sua maestà, la menta piperita, l’erba dell’ospitalità.

Ci avviciniamo passo dopo passo alla stagione estiva, e dopo l’insolito periodo di quarantena, molti di noi sono accorsi alle serre o grandi magazzini per rimediare alla trascuratezza del proprio giardino.

Una pianta che si è guadagnata di diritto un posto tutto suo nei nostri giardini, è senz’altro la menta piperita, l’erba dell’ospitalità.

Con questo articolo vogliamo dare, come siamo soliti fare, uno sguardo completo sulla panoramica che riguarda questa rinfrescante pianticella.

Prosegui con la lettura di questo articolo e porta via quante più informazioni sarai capace di assorbire!

Come sempre, al termine dell’articolo, trovi i nostri consigli, la nostra ricetta del giorno e i link di acquisto con i migliori prodotti selezionati per te.

Non dimenticare che questo blog ti offre l’opportunità di dare uno sguardo anche sugli studi scientifici condotti in merito riportandoti tutti i link di “PubMed”, PubMed è una banca dati biomedica accessibile gratuitamente on line, sviluppata dal National Center for Biotechnology Information (NCBI) presso la National Library of Medicine (NLM).

MENTA PIPERITA: L’ERBA DELL’OSPITALITÀ – ORIGINI

Facciamo visita alla famiglia delle “Lamiaceae”, per fare un saluto alla “Menta x piperita”, questo il suo nome scientifico.

La menta piperita o erba dell’ospitalità affonda le sue radici nel continente europeo ed asiatico.

Al giorno d’oggi cresce prevalentemente su coltivazione, ma è solita trovarsi allo stato selvatico su terreni umidi e fertili.

Esistono più di 300 tipi di varietà poiché la fresca signorina ha un carattere dinamico e si propaga velocemente per divisione e talea.

L’erba dell’ospitalità, poi chiariremo perché viene così definita, è una pianta perenne ibrida, aromatica e alta fino a circa 60 cm.menta coltivazione articolo blog

La menta piperita, è solita estendersi tramite stoloni sotterranei rimanendo prevalentemente in superficie.

Gli steli sono robusti e presenta foglie lanceolate, dentellate e di colore verde scuro.

La fioritura avviene in Estate, concentrata maggiormente sulle sommità delle spighe.

MENTA PIPERITA: L’ERBA DELL’OSPITALITÀ – COLTIVAZIONE

L’erba dell’ospitalità è un ibrido sterile, per cui non si tratta di una pianta che genera semi fertili.

Il terreno in cui la rinfrescante pianticella preferisce soggiornare, dev’essere umido, ben esposto al sole, ma spesso cresce molto bene anche in ombra parziale.

Il nostro consiglio è di acquistare in serra una di queste piantine e di sistemarla nel terreno, oppure in vaso, non troppo vicina a piante delicate che possano trovare la menta troppo invasiva.

MENTA PIPERITA: L’ERBA DELL’OSPITALITÀ – PROPRIETÀ

I riferimenti alla menta, in generale, sono riportati in antichi erbari risalenti al Medioevo.

La varietà Piperita, tuttavia, non è apparsa sulla scena prima del 1969, quando fu scoperta in una campagna inglese e poi ampiamente diffusa e coltivata.

Nel 1721, entra ufficialmente nella Farmacopea di Londra.

Inizialmente, la menta piperita, l’erba dell’ospitalità, fu prescritta per indigestione, flatulenza coliche, emicrania, febbre, raffreddore…

Successivamente, fu importata dai coloni nel “nuovo mondo” per bloccare nausea, vomito, singhiozzo,  come stimolante e conciliatrice del sonno.

Nella moderna erboristeria, invece, l’erba dell’ospitalità si prescrive per alleviare indigestioni, gonfiori dovuti a cattiva digestione, eccesso di gas intestinali, spasmi dell’apparato gastrointestinale, della cistifellea e per la sindrome dell’intestino irritabile.

Riduce anche notevolmente i forti dolori di testa nervosi, gli spasmi muscolari del colon e le forti nevralgie.

Ma andiamo a vedere nello specifico il suo principio attivo e le ragioni per cui questa balsamica pianta si presta così bene al trattamento di tali disturbi.

Il principio attivo di questa pianta è il “Mentolo”. Si tratta di un antispasmodico inibitore delle contrazioni dei muscoli lisci e stimola la produzione di bile.

Queste ultime due azioni, si combinano come rilassante dei muscoli dello stomaco agevolando una digestione pigra e sollevando dai dolori addominali ad essa correlati.

Alcuni studi, hanno dimostrato come le capsule di olio di menta piperita, l’erba dell’ospitalità, riduca i sintomi della sindrome dell’intestino irritabile.

Altri test, invece, hanno palesato come il mentolo sia utile contro una serie di virus e batteri, fra cui l’herpes ed il virus del Nilo occidentale.

Nella cura del mal di testa, si è appurato che tale principio attivo, se applicato sulla fronte e sulle tempie, si possa comparare agli effetti del “Acetaminofene”.

La menta piperita, agisce da espettorante contro le congestioni, poiché il mentolo attiva i ricettori del freddo nelle narici.

MENTA PIPERITA – MITOLOGIA

Il nome della menta piperita, deriva da “Minta”, una dea della mitologia greca.

La legenda narra che Minta, fu trasformata in erba da Persefone, il quale scoprì l’amore di suo marito Plutone, dio degli inferi, per la medesima dea.

Plutone, tentò di rimediare al malefico incantesimo della moglie nei confronti della sua amata, conferendole un aroma dolce, intenso sempre più nella misura in cui la si calpestasse.

Il profumo dolce attribuito a Minta da Plutone, aveva l’obiettivo di ricordare al mondo quanto questa giovane ninfa avesse sconvolto il suo cuore ed acceso il suo desiderio.

Ovidio, noto poeta romano tra i principali esponenti della letteratura latina, descrisse l’usanza di profumare le tavole con della menta piperita sulle quali si offriva cibo agli dei.

Un altro mito greco, è testimone di tale usanza. Zeus ed Ermes, travestiti da mendicanti, vagabondarono per le campagne della Frigia, una storica regione dell’Anatolia.

Furono per lo più cacciati da ogni abitazione presso la quale tentarono di elemosinare cibo ed ospitalità.

Finalmente, giunsero presso la dimora di “Filemone” e “Bauci”, una coppia di anziani molto poveri.

I vecchietti, diedero loro di che nutrirsi su di una tavola adornata con dolcissime foglie di menta, il che spinse Zeus a ricompensare la coppia trasformando la loro dimora in una maestosa reggia.

Ecco come la menta piperita, si è accaparrata l’appellativo di “l’erba dell’ospitalità”, un omaggio per gli occhi e per le narici.

Ma ci sono anche altri simboli che si rifanno alla menta piperita come erba dell’ospitalità.

I Chakra, sono come i centri dell’energia vitale che ci circonda e s’irradia da alcuni punti specifici del corpo umano. Sono 7 in totale più altri 23 minori situati in altre parti del corpo.

In una situazione ottimale, i chakra ruotano in senso orario e consentono all’energia vitale di fluire liberamente.

Nel corso della vita, influenziamo costantemente i nostri chakra, come essi influenzano noi e possono aiutarci a raggiungere una maggiore consapevolezza.

I chakra, sono associati al loro valore simbolico da diversi colori, suoni, numeri, elementi, animali e divinità che li rappresentano.

La menta piperita, è legata al terzo chakra, detto “Manipura” oppure il chakra del plesso solare.

Nonostante il colore attribuito a questo chakra sia il giallo, la menta piperita come l’erba dell’ospitalità, si fonde nel profondo significato ad esso relegato.

Non a caso, l’addome, zona del corpo dove tale chakra si trova, è correlato a quella zona che comunemente chiamiamo “la pancia”, ovvero all’agire d’istinto, laddove emozioni e sensazioni scaricano la loro energia.menta blog chakra

Sarà noto anche a te, che nei periodi di maggiore stress, rabbia, stanchezza… se ne possa risentire anche a livello intestinale con disturbi di ogni genere.

Ancora una volta, la menta piperita fa ritorno all’intestino, alle sue funzioni ed affezioni!

L’olio essenziale di questa magnifica pianta, non viene impiegato in aromaterapia o nella meditazione per cacciare le emozioni negative, bensì per prepararsi alla loro accoglienza, questione di saperle ospitare.

 

 

Una piccola pausa!

Se non lo hai ancora fatto, ti chiediamo con gentilezza di incentivare il nostro impegno, qualora i nostri articoli fossero cosa gradita, mettendo mi piace alla nostra pagina.

Rimani con noi ancora per un pochino, siamo quasi giunti al termine di questo articolo.

MENTA PIPERITA – USI IN CUCINA

La menta piperita, sarà certamente definita come l’erba dell’ospitalità perchè infatti, viene impiegata in cucina dagli antipasti ai dolci, per le insalate fredde, per guarnire piatti in vista di una bella presentazione…

Noi la adoriamo d’estate nell’insalata di Bulgur e Quinoa con zucchine trifolate, aglio e cipolla, perfetto sposalizio con il limone per dirla tutta!

Se preferisci, a nostro avviso la menta piperita con il cous cous freddo ci va a nozze.

Anche una bella insalatina fresca di fave e mentuccia potrebbe omaggiare il tuo palato.

Se tra un piatto e l’altro fatichi a mandare giù, un bel sorbetto rinfrescante alla menta potrebbe fare al caso tuo!

Menta e cioccolato? Chi non adora il gelato menta e cioccolato? No?

Criminale!

Insomma, la menta è spesso utilizzata per ogni genere di preparazione, persino per le conserve, confetture, sciroppi, sia per guarnire che usata come aroma per condire.

Oltre alle preparazioni a base di menta, come appunto lo sciroppo sopracitato, le foglie di menta possono essere utilizzate sia fresche che essiccate per infusi e tisane.

Possono essere combinate a moltissime altre erbe per una bevanda fresca in piena estate.

MENTA PIPERITA – USI IN COSMESI

Fresca e aromatica, la piperita può essere trasformata in veri e propri elisir naturali “fai da te”

menta piperita articolo blog

per la bellezza e la cura del tuo corpo.

La menta è ricca di vitamine A,B,C,D e di preziosi minerali come calcio, potassio, magnesio, manganes

e e fosforo.

Questa balsamica fanciulla, si presta benissimo per la cura della pelle, ma anche per il trattamento del cuoio capelluto irritato o particolarmente grasso.

Qui ti vogliamo lasciare qualche pratico consiglio per dei prodotti semplicissimi e super veloci da realizzare in poco tempo a casa tua.

MASCHERA PER CAPELLI: Ti occorrono pochissime cose!

Procurati mezzo cetriolo, se biologico puoi conservare la buccia per la maschera.

Frulla il mezzo cetriolo con 5 cucchiai ben colmi di avena ed una ventina di foglie di menta piperita.menta y pepinillo

Aggiungi una volta frullati 3 cucchiai di yogurt naturale ed una goccia di olio essenziale di menta.

Spalma la crema sulla cute della testa procurando di estenderla bene su tutta la superficie massaggiando con i polpastrelli delle mani.

Lascia agire per circa 2o minuti e poi sciacqua con dell’acqua tiepida.

UNGUENTO IDRATANTE OTTIMO ANCHE PER IL MAL DI TESTA:

Puoi seguire tranquillamente la procedura per la preparazione della crema corpo alla salvia che puoi visualizzare facendo click sul nome evidenziato.

Per le proprietà della Salvia invece, fai click QUI per visualizzare i contenuti.

Basterà sostituire la Salvia con la polvere di menta utilizzando come base l’olio di cocco allo stato solido di cui puoi leggere le proprietà facendo click sul nome evidenziato.

Potrai applicare un poco del tuo unguento sulle tempie in caso avessi un mal di testa che ostacola le tue giornate.

Applicarle sul petto massaggiando prima di coricarsi, può tornare utile per decongestionare in caso di raffreddore o allergie di stagione.

I link riportati qui di seguito, sono stati scelti appositamente per te, facendo click su di loro sarai indirizzato in automatico al sito d’acquisto per valutare tu stesso i prodotti.

Se ti facesse piacere, puoi aggiungere alla tua lozione altri tipi di oli essenziali per una combinazione ancora più efficace contro ansia, stress e paure facendo click QUI per visualizzare quali ti consigliamo.

OLIO ESSENZIALE DI MENTA 100ml BIOLOGICO

OLIO ESSENZIALE DI MENTA 10 ml BIOLOGICO

POLVERE DI MENTA PIPERITA CONDIMENTO ALIMENTI, BEVANDE/USO COSMETICO 

MENTA BIOLOGICA IN FOGLIE PER INFUSI 

CREMA UOMO PER RASATURA ALLA MENTA

OTTIMA CREMA ALLA MENTA PER TRASPIRAZIONE PIEDI

Una visione che sgorga da approfondimenti e corsi nell’ambito del benessere, della trasformazione, della crescita individuale e collettiva. Discipline Olistiche, Psicologia, Psicosomatica, Yoga, Letture e molto altro.

One Comment

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *